Categorie
Articoli

Scatole vintage – Omega

Proseguiamo il viaggio nelle scatole per orologi passando per un marchio amato da appassionati di orologi, spazio, agenti segreti inglesi e cartoni giapponesi!

Consci che un orologio non serve solo a segnare il tempo ma porta con se molto altre emozioni, i creativi Omega hanno costruito parte del brand proprio sull’accostamento con temi “popolari” ed amati: dal Moonwatch e la storia dell’allunaggio fino ad il famoso manga giapponese Ultraman passando per l’icona del famoso agente segreto a servizio di sua maestà: James Bond. Le scatole ed i set che hanno accompagnato una collezione così eterogenea non sono stati da meno. Vediamoli in dettaglio.

Omega ha sempre disegnato le scatole pensando alla audience del pezzo che dovevano contenere ma anche in base alla nazione. Scatole per il mercato Europeo sono state dettagliate in modo differente rispetto al mercato orientale o americano.

Il primo orologio sulla luna

Difficile non iniziare questo viaggio dal Moonwatch. Negli anni il corredo è cambiato rimanendo comunque a livelli di qualità altissimi.

La scatola riporta l’iconico marchio Speedmaster con il cavalluccio marino realizzato in metallo a trasmettere solidità e cura del dettaglio. Una chiusura a due lacci racchiude all’interno il primo orologio qualificato per il volo nello spazio.

Il corredo di questa scatola, a seconda delle versioni e degli anni di produzione, contiene una lente di ingrandimento per godersi i dettagli più minuti ed un fermacarte sempre con il simbolo ufficiale della referenza. I cinturini Nato ufficiali completano il corredo standard assieme al manuale d’uso e le card di garanzia Omega.

Ultraman!

Una delle versioni più recenti dello speedy è dedicata ad un immortale personaggio dell’animazione del sol levante: Ultraman.

Per questa versione Omega ha creato una scatola a tema con la produzione televisiva degli anni 70.

La scatola è ispirata al tavolo usato dal Ultraman Monster Attack team, le vere sorprese sono però custodite all’interno. Oltre al classico cinturino Nato, Omega inserisce una piccola lampada UV.

Il quadrante di questa versione è infatti decorato dalla silhouette di Ultraman in uno dei sotto-quadranti: visibile solo sotto raggi UV!

Al servizio segreto di sua maestà

007 è uno dei cavalli di battaglia di Omega tanto da generare una delle partnership più consolidate del mondo dell’orologeria. Per i set degli orologi della famosa spia, Omega riserva un trattamento speciale.

Credit Omega
Credit Omega

L’immancabile stilizzazione della canna di pistola accompagna tutta la produzione mentre il corredo è impreziosito da l’immancabile Nato e da un porta-orologio in pelle.

Per le versioni in metallo prezioso anche il set è … di lusso.

Credit Omega

Le scatole storiche

Per tutto il resto della produzione Omega, la scelta della scatola cade o sulla iconica Rossa o sulla versione in legno.

La scelta del legno è stata dettata dalla volontà di creare un oggetto che possa durare nel tempo, di certo più della versione in pelle artificiale. Dal 2015 in poi la maggior parte della produzione è distribuita appunto in box di legno ad impreziosire il set e l’orologio stesso; soluzione tra l’altro ben accettata dagli amanti del marchio.

Scatole o set completi vintage possono facilmente essere quotati diverse centinaia di euro fino a cifre ben maggiori per versioni limitate.
Non sta a noi dire se sia un valore congruo o meno. Cosa certa è che, vista la qualità e la cura con la quale Omega progetta i set, la scatola è parte dell’esperienza di comprare e possedere un pezzo di storia della orologeria.

Fausto Dassenno

Categorie
Articoli

Scatole vintage – Rolex


E’ difficile parlare del mondo del vintage senza, prima o dopo, cadere nella trappola del “corredo” che accompagna l’orologio. Il collezionista o anche solo l’appassionato che compra vintage è sempre molto attento ai dettagli del segnatempo. Le varie componenti dell’orologio devono essere coeve ( termine tecnico per dire “della stessa epoca dell’orologio” ). Il valore cambia di molto se, ad esempio, il bracciale non è quello originale ma un after-market, sostituito nel tempo.

Discordo analogo lo possiamo fare per il corredo. Quello che il collezionista si aspetta di trovare nel famoso “full set” è di norma:
– Scatola o cofanetto originale
– Documenti quale il manuale o il porta-garanzia
– Cuscinetto porta orologio

In rari casi è possibile trovare anche la sovrascatola che proteggeva quella interna, di norma più preziosa.

Difficile parlare di scatole vintage senza partire dalla casa della corona.
Rolex ha mantenuto negli anni una invidiabile costanza nel design delle scatole.
L’iconico colore verde che dall’origine contraddistingue le scatole Rolex è cambiato davvero poco negli anni.
I primi Rolex venduti con corredo erano contenuti in una scatola rivestita in cuoio verde con interni in velluto dello stesso colore.
La scritta Rolex dorata era impressa all’interno.

Corredo verde su verde usato fino agli anni ’80.

Come evoluzione stilistica venne modificato l’interno passando ad un velluto marrone che ben si sposava con il legno naturale che ne ornava l’interno. Anche la sovra-scatola venne modificata con una fantasia dedicata all’esplorazione.

Negli anni successivi, dal 1990 al 2005 per essere precisi, Rolex adottò un approccio differenziato tra le linee per signore e quelle da uomo.
Per la linea maschile mantenne il box storico mentre per la versione da donna scelse un velluto e cuscino rossi. Questa differenziazione è stata poi abbandonata nel 2005.

Corredo Lady in uso dal 1990 al 2005

Da quel momento in poi Rolex torna ad uniformare le scatole adottando l’iconico design a “onda verde” che è tutt’ora in uso.

Questa versione venne progettata in tre differenti dimensioni con diverse finalità.

La dimensione piccola era dedicata ai solo acciaio. Quella media custodiva invece i bi-colore come gli iconici oro-acciaio lasciando alla dimensione superiore il ruolo di incastonare gli orologi completamente in metallo prezioso.

Dal 2o13 in poi viene data una rinfrescata al design aggiungendo il vano porta garanzia integrato nel coperchio superiore, l’interno è ora beige mentre il verde viene reso un po’ più brillante.

Rolex non è un marchio che ama rivoluzionare, da sempre è rinomata per la sua capacità di fare qualcosa molto bene e di apportare piccole ma significative migliorie nel tempo; strategia mantenuta anche per le scatole ed i corredi in genere.

Purtroppo si trovano tantissimi falsi di scatole Rolex. Fate sempre molta attenzione.

Di seguito trovate le referenze delle scatole in relazione all’orologio. Questa tabella vi può aiutare a capire se il corredo che state comprando è quello originale.

Referenza orologioPeriodoReferenza della scatola
Rolex Cellini4112Ottobre 198349.00.08
Rolex Cosmograph Daytona
16520
199368.00.01
Rolex Cosmograph Daytona
16523
Giugno 199369.00.09
Rolex Datejust
1603
197910.00.01
Rolex Datejust
16014
16014
Gennaio 1980
Luglio 1986
10.00.1
68.00.02
Rolex Datejust
1603
1603
Giugno 1982
Ottobre 1984
11.00.71
10.00.01
Rolex Datejust
16200
Novembre 200530.00.01
Rolex Datejust
16220
16220
16220
Ottobre 1996
Giugno 1999
Agosto 2006
11.00.01
68.00.71
30.00.01
Rolex Datejust
16234
Aprile 200568.00.08
Rolex Datejust
17000
Luglio 198368.00.2
Rolex Datejust Turn-O-Graph
116261
Settembre 200569.00.09
Rolex Day-Date
18038
Agosto 198271.00.04
Rolex Day-Date
118208
200181.00.09
Rolex Daytona
6263
Agosto 198206.00.06
Rolex Daytona
116520
116520
116520
116520
116520
116520
Marzo 2002
Giugno 2002
Agosto 2002
Novembre 2004
Luglio 2006
Dicembre 2006
64.00.01
68.00.71
64.00.02
31.00.64
30.00.04
30.00.71
Rolex Explorer I
14270
Giugno 199968.00.71
Rolex Explorer I
114270
114270
114270
114270
114270
2001
Marzo 2002
Settembre 2005
Marzo 2006
Settembre 2006
68.00.01
68.00.71
30.00.08
30.00.71
30.00.01
Rolex Explorer II
1655
Giugno 197906.00.06
Rolex Explorer II
16570
16570
Giugno 2001
Gennaio 2004
68.00.55
64.00.01
Rolex GMT Master
16700
16700
Aprile 1998
Giugno 1998
68.00.71
68.00.08
Rolex GMT Master
116710
Ottobre 200731.00.64
Rolex GMT Master II Pepsi
16710
16710
16710
16710
16710
16710
16710
Ottobre 2001
Giugno 2003
Ottobre 2003
Gennaio 2004
Dicembre 2005
Giugno 2006
Dicembre 2006
68.00.01
68.00.01
64.00.01
64.00.02
30.00.02
30.00.71
30.00.01
Rolex Lady Datejust
69174
Luglio 200414.00.71
Rolex Oysterdate Precision
6694
6694
1971
Marzo 1987
06.00.06
10.00.01
Rolex Oyster Perpetual
77080
Maggio 200630.00.71
Rolex Oyster Perpetual Date
15210
Settembre 200168.00.55
Rolex Sea Dweller
16600
16600
16600
16600
16600
16600
Agosto 1996
Luglio 1999
Settembre 2004
Marzo 2005
Febbraio 2006
68.00.01
68.00.71
64.00.02
31.00.04
31.00.64
Rolex Submariner
14060M
14060M
14060M
14060M
Luglio 2003
Settembre 2005
Dicembre 2005
Novembre 2006
68.00.01
30.00.71
30.00.04
30.00.01
Rolex Submariner
168000
Luglio 198867.00.03
Rolex Submariner
16610
16610
16610
16610
Dicembre 1989
Settembre 2004
Ottobre 1990
Dicembre 2005
67.00.08
64.00.01
11.00.01
30.00.71
Rolex Submariner Date
16613
16613
16613
Ottobre 1991
1992
Maggio 2003
68.00.55
11.00.01
64.00.01
Rolex Submariner Kermit
16610LV
16610LV
16610LV
Aprile 2004
Novembre 2006
Maggio 2007
64.00.02
30.00.71
30.00.01

Fausto Dassenno

Categorie
Articoli

Il mondo del modding

Il mondo degli orologi è da sempre diviso tra l’iconico e l’innovativo; la tradizione ed il futuro.
La riconoscibilità di una linea, di un design o anche solo di un particolare spesso rappresentano il successo che ogni produttore si augura duri per decenni. Perchè ci sono quindi schiere di collezionisti ed appassionati che modificano i propri orologi?
Senza pretesa di fornire una risposta imbarchiamoci in un viaggio nel mondo del Modding.

La moda di modificare il proprio segnatempo alterandone l’aspetto estetico non è prerogativa del solo mondo orologico ma parte da una passione spesso attigua: le auto od i motori in genere.
Modificare o “moddare” la propria auto è una pratica da veri appassionati ed è da molti vista contornata da alone di “cafoneria”. Spesso le modifiche vengono portate all’estremo fino al limite del grottesco.

Pur non arrivando a tanto, nel mondo degli orologi il fenomeno del modding è molto circoscritto.
C’è da dire che nel mondo delle auto spesso si parte da un modello commerciale più o meno costoso e lo si rende unico aggiungendogli valore.
Nel mondo degli orologi potrebbe risultare poco economico mettere mano ad un pezzo di difficile reperibilità snaturandolo. Un orologio è spesso il risultato finale di un complesso, costoso e lungo processo di design e rifinitura. Andare ad alterarne gli equilibri geometrici o gli accostamenti cromatici non sempre aggiunge valore al prodotto finale.

Teoria vorrebbe che rendere unico un oggetto dovrebbe gratificare il proprietario. Perchè quindi questo non accade per gli orologi?
La risposta forse non proprio popolare è che molti collezionisti vogliono che il loro segnatempo “urli” la propria esclusività generando l’effetto aura che tanti si aspettano.
Un Submariner “Hulk” senza la ghiera verde e con la cassa in ceramica è più esclusivo o un Frankenstein senza valore?
Lasciamo la risposta al lettore.

Un marchio che ha negli anni ricevuto attenzioni è Seiko. Si trovano tantissimi siti, con sedi principalmente in UK ed oriente, dove comprare ogni componente in versione modificata: corone, ghiere e casse fino ai movimenti completi.

Per alcune di queste modifiche non è nemmeno necessaria avere esperienza da maestro orologiaio, chiunque può divertirsi nel rendere unico e personale il proprio orologio.

Ciò detto, il mondo del modding degli orologi è comunque ricco di soluzioni ed audaci accostamenti tanto che alcuni produttori, o dovremmo chiamarli forse “modders”, vendono orologi originali di marche blasonate già modificati. Black Venom è un brand nato appunto con la visione di rendere ancora più unici orologi già di per se rari e costosi.

Difficile dire se quello sopra ripotato è un Cartier Ballon Blue o … qualcosa d’altro; di certo è originale!

Ciò detto, in Italia il mercato dei “modificati” non è mai davvero decollato. Che sia per attaccamento alle tradizioni o forse, più credibilmente, perché un orologio di lusso deve essere riconoscibile anche da lontano, uno status symbol.

Ci farebbe piacere sentire la vostra opinione in merito, i commenti sono aperti!

Fausto

Categorie
Articoli

Questione di dimensioni


Quale è la taglia giusta per un orologio da uomo? E qual è quella corretta invece se l’orologio da polso è per lei?

42mm di diametro sono troppi o pochi? E se sono tanti, lo sono sempre stati e lo saranno anche in futuro? In un contesto atemporale le risposte sarebbero del tutto arbitrarie; poiché è infine del tempo che parliamo, molte risposte ce le offre la storia dell’orologeria ed il percorso che ha visto il quadrante di un segnatempo saltare dalla tasca di un gilet in tweed al nostro polso.
La prima interpretazione del moderno orologio da polso risale al XIX secolo e porta la firma di Patek Philippe e, che ci crediate o meno, nasce innanzitutto come accessorio squisitamente femminile. Gli uomini erano ancora avvezzi a portare i più virili cipollotti da taschino prima di accorgersi, in guerra, che un orologio da tasca poteva costare loro la vita.

La leggenda vuole che fu un’anonima nutrice a legare con dei lacci un orologio da tasca al polso, perché garantiva una superiore comodità di lettura. La verità è che, molto probabilmente, la realtà non la scopriremo mai; forse è meglio così.

Fortunatamente, l’orologeria è costellata di pietre miliari, piantate nella storia per dare certezze: sappiamo così che fu Alberto Santos-Dumont a creare indirettamente il primo orologio da polso da uomo, quando chiese all’amico Cartier di dotarlo di un orologio su cui leggere rapidamente l’ora mentre pilotava uno dei primi aerei della storia. Non c’è da meravigliarsi che un Santos o un Santos Dumont siano oggi due oggetti immancabili nel catalogo della maison parigina.

Il passaggio da orologio da tasca, o da taschino se preferite, ad orologio da polso ha attraversato diverse epoche, è stato quindi influenzato dalle rivoluzioni culturali e industriali del ventesimo secolo variando forma, funzioni, dimensioni per adattarsi alle esigenze di un pubblico che ricercava uno strumento piuttosto che un accessorio.
Numeri e proposte dei marchi ci indicano chiaramente che gli orologi da donna hanno un diametro compreso tra i 26 ed i 34 mm, se di cassa rotonda. Il loro aspetto si avvicina spesso a quello di gioiello combinando anche materiali e pietre preziose per ingentilire ed abbellire quadrante e cassa.

Nel mondo degli orologi da uomo lo spettro delle proposte è invece più ampio e dipende anche dalla finalità del segnatempo.
Se avviciniamo il settore partendo storicamente dai dress watch o orologi eleganti da uomo, molto in voga prima dell’avvento dello sportivo di lusso in acciaio, le misure più comuni oscillano dai 32 mm fino al 35-36mm, almeno fino all’avvento del nuovo millennio. Negli anni abbiamo assistito ad un progressivo incremento delle dimensioni, in questo segmento, che ha spostato questa “forchetta” nella fascia 35mm-39mm.
Le argomentazioni cambiano drasticamente se ci avviciniamo alla categoria dei cosiddetti “Tool Watch”: la prestazione è in questo caso il requisito fondamentale ed altri fattori, come la dimensione ridotta, passano necessariamente in secondo piano.

Ad esempio, il mondo dei segnatempo per immersioni professionali è popolato da referenze che partono dai 40mm e possono raggiungere e talvolta superare i 47-48mm. Gli orologi sportivi, per esploratori, con una chiara vocazione da strumento e meno da accessorio, hanno dimensioni generose, anche perché ospitano quadranti ad alta leggibilità o sono nati per un uso promiscuo.
Tra questi potremmo includere anche gli orologi per aviatori. In questo caso leggibilità e facilità di lettura al volo, è il caso di dire, sono requisiti essenziali.

Nota di colore: abbiamo citato poc’anzi il primo orologio da polso per aviatori, ricordate? Beh, sappiate che il Cartier realizzato per Santos-Dumont, aveva un cassa rettangolare di appena 24mm per 34mm!

Quale è quindi la dimensione corretta? Avrete intuito che una risposta univoca non c’è, dipende da tanti fattori. Inoltre, quanti acquistano un orologio per andare in missione, oggi? L’orologio da polso è innanzitutto un accessorio e come tale vive grazie ai gusti di chi lo indossa e dal contesto in cui lo indosserà: elegante, sportivo, adventure…
Quante donne indossano oggi orologi anche da 42mm e gli uomini preferiscono invece dei raffinati 36mm?
A conti fatti, non esiste una regola aurea; si compra e si indossa ciò che piace.


Fausto per LancetteUsate

Categorie
Articoli

Perché LancetteUsate


LancetteUsate nasce, in fondo in fondo, dalla voglia di creare una discussione piacevole attorno ad una passione comune; gli orologi.

Il focus del nostro sito è e sarà su vintage e secondo polso. Questo mercato ha visto una crescita esponenziale negli ultimi anni vedendo anche i grandi nomi dell’alta orologeria iniziare a “mettere il naso” in questo mondo.

LancetteUsate vuole creare un naturale punto di connessione tra collezionisti ed appassionati che vogliono vendere e comprare orologi in un ambiente protetto e familiare.

Il punto di partenza sono i contenuti gli orologi e la loro storia. Parte del sito è dedicata alla sezione di contenuti dove lo staff, ospiti speciali ed i membri stessi del club potranno creare contenuti unici su una particolare referenza, un marchio o anche solo una storia interessante su un orologio del passato o del presente.

Tutti gli utenti del nostro club devono essere referenziati. In caso questo non fosse possibile verranno messi in contatto con il nostro community manager il quale valuterà la richiesta di adesione.

L’ obiettivo è quello di creare un gruppo di persone fidate che possano condividere una passione.
Tutti i membri del club sono o agiscono a titolo privato.

Un collezionista ama la sua collezione ma ama ancora di più catturare quello specifico pezzo che insegue da tempo. Spesso per comprare un orologio nuovo serve vendere una parte della collezione. Come già detto questo è possibile all’interno del club ma LancetteUsate da anche la possibilità di essere contattati da commercianti professionali interessare all’acquisto o permuta dello specifico orologio. Magari non si realizzerà lo stesso guadagno di una ventina tra privati ma la velocità è assicurata!

Buon divertimento !

Per ogni feedback siamo qui: info@lancetteusate.it

Fausto di LancetteUsate